LA TRACCIABILITA’ DEI RIFIUTI: FORMULARI DI IDENTIFICAZIONE E REGISTRI DI CARICO E SCARICO

ambiente

Le novità del “Decreto Semplificazioni”, procedure post abolizione del SISTRI, compilazione dei F.I.R. e dei registri, responsabilità e sanzioni.
Analisi, casistiche e criticità degli adempimenti - a carico di enti pubblici e privati - per la tracciabilità dei rifiuti.

OBIETTIVI

Il Seminario, condotto attraverso il susseguirsi di casistiche, approfondisce gli adempimenti richiesti -a carico di enti pubblici e privati- per la tracciabilità dei rifiuti, alla luce degli ultimi interventi di riforma del Testo Unico Ambientale.

In particolare, saranno oggetto di trattazione: le nuove modalità di trasmissione della quarta copia dei F.I.R. al produttore, il Decreto cd. “Semplificazioni” che, oltre ad abolire il SISTRI, ha modificato integralmente la disciplina della tracciabilità, le novità relative alla tenuta dei registri di carico e scarico e alla compilazione digitale dei formulari d’identificazione dei rifiuti, il nuovo Regolamento Albo Gestori Ambientali e la figura del Responsabile Tecnico, con le più recenti e rilevanti deliberazioni in tema. Inoltre, in considerazione delle fattispecie più controverse, verranno trattati analiticamente i casi di trasporto dei rottami metallici ferrosi e non ferrosi, il trasporto dei rifiuti in forma ambulante; il trasporto di rifiuti da costruzione e demolizione; il trasporto di rifiuti agricoli e il trasporto occasionale.
L’evento, grazie alla presenza del Relatore di altissima competenza tecnica e significativa comunicatività, rappresenta lo strumento più evoluto ed aggiornato di formazione specialistica in questa area tematica.
 
PROGRAMMA
 
• La nuova disciplina della tracciabilità dei rifiuti
• Gli adempimenti documentali nella gestione dei rifiuti dopo l’abolizione del SISTRI
• La tenuta dei registri di carico e scarico - Formulari d’identificazione dei rifiuti – MUD
• Il registro di carico e scarico: soggetti obbligati e soggetti esclusi. Gli adempimenti dei Comuni e dei Centri di Raccolta. Struttura, compilazione e gestione del registro
• Micro raccolta, sosta tecnica e operazioni di trasbordo: nuova disciplina del T.U.
• Il trasporto illecito di rifiuti: le ipotesi di reato e di illecito amministrativo
• Il trasporto di particolari tipologie di rifiuti:
o rifiuti da demolizione
o rifiuti da manutenzione
o rifiuti sanitari
o rifiuti agricoli, letame, sottoprodotti di origine animale
o rifiuti in forma ambulante: titoli abilitativi e limitazioni
• Nuovo Regolamento dell’Albo Gestori Ambientali
• Iscrizione all’Albo Gestori Ambientali: semplificata ed ordinaria
• Le responsabilità del produttore e del trasportatore
• L’onere del produttore di garantire tutta la corretta fase di conferimento dei rifiuti al destinatario finale
• L’accertamento del produttore circa la regolarità dell’iscrizione all’Albo del trasportatore
• Gli stoccaggi presso siti intermedi: deposito temporaneo o stoccaggio abusivo?
• La prassi del cd. “Giro bolla”: escamotages ed illeciti per aggirare la normativa
• Il trasporto in conto proprio: le novità introdotte dagli ultimi decreti correttici del T.U.
• Il sistema sanzionatorio alla luce degli ultimi decreti correttivi del Testo Unico Ambientale
o condotte illecite
o responsabilità
o sanzioni
 
PARTECIPAZIONE E ISCRIZIONI
La quota di iscrizione è pari ad euro Euro 369 oltre IVA se dovuta ed è deducibile dal Reddito professionale ex L. 81/2017. Le iscrizioni possono essere fatte inviando il modulo di iscrizione compilato a segreteria.corsi@legislazionetecnica.it
 

Rivolto a: 
Architetti
Avvocati
Aziende
consulenti
esperti del settore
Geologi
Geometri
Ingegneri
liberi professionisti
PA
Periti industriali

Prossime date