GESTIONE OPERATIVA DEGLI ESPROPRI PER PUBBLICA UTILITA’ - Procedura, indennizzo, occupazioni illegittime, strumenti acquisitivi alternativi

edilizia e urbanistica

Trattazione sistematica ed analitica delle tematiche afferenti alle espropriazioni per pubblica utilità, degli aspetti più controversi del procedimento ablativo, dell’indennità di esproprio, dell’occupazione illegittima e delle sue soluzioni, tra cui l’art.42 bis del D.P.R. n. 327/2001, e degli strumenti alternativi agli espropri.

L'evento rilascia crediti formativi

Obiettivi didattici
L’espropriazione -espressione del potere ablatorio che, con varie intensità, tutti gli ordinamenti riconoscono alla Pubblica Amministrazione- è da sempre una materia centrale nel panorama legislativo italiano e molteplici volte la sua regolamentazione è stata affrontata, integrata e modificata. Dal 2001 in poi, infatti, costantemente si è assistito ad interventi riformatori sul Testo Unico degli espropri che - dopo oltre 10 anni di vigenza e a seguito degli interventi legislativi e giurisprudenziali - vede mutata la sua ratio originaria e la sua iniziale applicazione.
Il Corso, dal taglio avanzato e indirizzato a soggetti che già operino nel settore di riferimento, ha come scopo la trattazione sistematica ed analitica delle tematiche afferenti alle espropriazioni per pubblica utilità, affrontando gli aspetti più controversi del procedimento ablativo, dell’indennità di esproprio, dell’occupazione illegittima e delle sue soluzioni tra cui l’art.42 bis del D.P.R. n. 327/2001 e degli strumenti alternativi agli espropri.
Le recentissime novità legislative, quali la Legge di Stabilità 2016 che ha dettato nuove previsioni in tema di espropri collegati a beni gravati da usi civici e la Legge n. 164 dell’11/11/2014, di conversione del c.d. decreto “Sblocca Italia”, unitamente al costante evolversi della giurisprudenza, rendono il Corso indispensabile per i professionisti del settore che intendono operare con consapevolezza e in conformità al quadro normativo di riferimento, avendo contezza delle nuove direttrici e prassi del settore.
 
Metodologia Didattica
Il Corso si compone di 4 moduli da 4 ore ciascuno, dedicati rispettivamente al procedimento di espropriazione per pubblica utilità, all’indennità di esproprio, alle occupazioni illegittime ed agli strumenti acquisitivi alternativi agli espropri. Grazie alla presenza di relatori operanti nel settore delle espropriazioni in tutte le sue connotazioni, delle acquisizioni di immobili dalle PA e degli usi civici, il Corso si caratterizza per il tenore estremamente pratico e per l’equa alternanza di didattica, simulazioni e casistiche sottoposti ai partecipanti per comune condivisione e spunti critici.
All’esito del Corso, e a seguito di test di verifica di apprendimento, verrà rilasciato attestato di frequenza.
 
Destinatari
Funzionari preposti e personale addetto di PA centrali ed enti locali; titolari di imprese private e pubbliche; liberi professionisti impegnati nella materia degli espropri; consulenti legali; CTU e CTP.
 

Rivolto a: 
Agronomi
Architetti
Avvocati
consulenti
esperti del settore
Geometri
Ingegneri
liberi professionisti
Periti industriali

Prossime date