APPALTI “VERDI”: NORME, PRASSI OPERATIVE, CRITERI AMBIENTALI MINIMI

appalti, opere pubbliche e contratti pubblici

Specifiche tecniche, documentazione, clausole, criteri di valutazione, gestione esecutiva e contrattuale alla luce delle disposizioni “green” contenute nel Codice dei contratti pubblici(D.Lgs. 50/2016), così come modificato dal Decreto c.d. “Correttivo” (D.Lgs. 56/2017), in recepimento delle direttive comunitarie.

OBIETTIVI

Il nuovo Codice dei contratti (D.Lgs. 50/2016), così come modificato dal Decreto c.d. “Correttivo” (D.Lgs. 56/2017), in recepimento delle direttive comunitarie, ha tra i suoi obiettivi fondamentali l’incremento graduale degli appalti “verdi” per favorire lo sviluppo dell’innovazione tecnologica, della crescita sostenibile e della tutela ambientale.
Tra le novità principali vi è l’obbligo di utilizzare i criteri ambientali minimi (CAM) per gli affidamenti di qualunque importo dei contratti pubblici di lavori, servizi e forniture, che inciderà in maniera sempre più pregnante sulle diverse fasi della procedura: dalla programmazione degli acquisti, alla progettazione, allo svolgimento della gara, fino all’esecuzione del contratto.
Il Seminario intende fornire il quadro normativo aggiornato delle disposizioni “green” nel Codice dei contratti pubblici, focalizzando l’attenzione sugli argomenti di maggiore rilevanza a livello operativo, con l’obiettivo di fornire una concreta ed attuale informazione sulla nuova regolamentazione e sulle nuove future prassi che incidono sull'andamento delle procedure di gara.
L’evento, indirizzato a tutti i soggetti operanti nell’area appalti, si connota per il taglio pratico, per la condivisione di casistiche e per il format interattivo che consente ai partecipanti di porre quesiti e di trovare condivisione e risposte ai propri dubbi interpretativi.
 

 

PROGRAMMA
 
Relatore, Avv. F. Russo
 
Parte I – Sviluppo sostenibile e tutela ambientale
• Sviluppo sostenibile e tutela ambientale nel diritto comunitario degli appalti
• Disposizioni in materia di “Green Economy”
• Piano di Azione Nazionale e Regionale sul Green Public Procurement
• Protocollo d'intesa tra il Ministero dell'Ambiente e la Conferenza delle Regioni
• Incremento progressivo dell’applicazione dei criteri minimi ambientali negli appalti pubblici
• Criteri sociali negli appalti pubblici
 
Parte II – Le disposizioni del “green” nel Codice Appalti e negli atti attuativi
• Ambito di applicazione per tipologia di contratto
• Principi per l’aggiudicazione e l’esecuzione di appalti e concessioni
• Rilevanza in sede di qualificazione delle S.A.
• Dibattito pubblico
• Applicazione in sede di progettazione
• Clausole del bando di gara e degli avvisi
• Specifiche tecniche ed etichettature
• Rapporti di prova, certificazioni e mezzi di prova
• Requisiti generali e di qualificazione degli operatori economici
• Criteri di sostenibilità energetica e ambientale
• Criteri di aggiudicazione: OEPV, minor prezzo, costo del ciclo di vita
• Varianti
• Riduzione della cauzione provvisoria e definitiva
• Condizioni di esecuzione dei contratti
 
Parte III – Applicazione dei Criteri Ambientali Minimi
• Bandi tipo ANAC
• Progettazione ed esecuzione di lavori su edifici pubblici
• Progettazione e lavori per la costruzione, ristrutturazione e manutenzione di edifici pubblici
• Gestione dei cantieri
 
Parte IV – Casistica e question time
 
PARTECIPAZIONE E ISCRIZIONI
 
La quota di iscrizione è pari ad Euro 280, oltre IVA se dovuta, ed è deducibile dal Reddito Professionale ex L. 81/2017.
Le iscrizioni possono essere fatte inviando il modulo di iscrizione compilato a segreteria.corsi@legislazionetecnica.it oppure on line al link http://ltshop.legislazionetecnica.it/dett_iniziativa.asp?id_iniziativa=1...

Rivolto a: 
consulenti
esperti del settore
liberi professionisti
PA

Prossime date