APPLICABILITÀ DEL NUOVO CODICE DEI CONTRATTI PUBBLICI AD ORDINI E COLLEGI PROFESSIONALI

anticorruzione e trasparenza
appalti, opere pubbliche e contratti pubblici

Applicabilità delle disposizioni in materia di contratti pubblici agli Ordini e Collegi professionali con riguardo all'affidamento di lavori, servizi e forniture e al conferimento di incarichi di consulenza e collaborazione alla luce del Nuovo Codice dei Contratti e del c.d. “Correttivo”, delle determinazioni ANAC e delle norme in materia di trasparenza e anti-corruzione.

OBIETTIVI
Il Seminario disamina i profili dubbi circa l’applicabilità delle disposizioni in materia di contratti pubblici agli Ordini e Collegi professionali, tenuto conto del disposto normativo del Nuovo Codice dei Contratti e del “Correttivo”, delle determinazioni ANAC e del corposo set di norme che -a partire dal novembre 2012- sono state emanate in tema di trasparenza dell’attività amministrativa e di misure di prevenzione della corruzione anche per gli enti esponenziali delle categorie professionali.
Dopo un preliminare inquadramento degli Ordini e Collegi territoriali quali enti pubblici non economici, l’evento delinea la pertinente normativa del Nuovo Codice dei contratti pubblici e fornisce indicazioni pratiche su come procedere agli affidamenti di lavori, servizi e furniture, nonchè incarichi e collaborazioni, in conformità alle nuove norme.
Nell’ultima parte del Seminario, verrà condivisa con i partecipanti una selezione di “clausole tipo” da inserire nelle procedure di affidamento di lavori, servizi e forniture di cui ciascun Ordine e Collegio si dota, al fine di meglio organizzare la propria attività interna e di rispondere alle richieste che il Legislatore ed ANAC muovono in termini di trasparenza e di prevenzione di fenomeni corruttivi e di mala gestio.
L’evento si connota per il taglio estremamente operativo ed è rivolto a tutti i soggetti, operanti in Ordini e Collegi territoriali e nazionali che, a qualsiasi titolo, predispongano, gestiscano o controllino i processi di acquisto beni, servizi, forniture e incarico dei consulenti
 
PROGRAMMA
 
Relatori, Avv. R. Lancia e D. Ricciardi
 
Natura giuridica di Ordini e Collegi e Trasparenza
 
• Applicabilità ad Ordini e Collegi della normativa trasparenza
• Obblighi di pubblicazione su appalti e consulenze
• Nuovo PNA 2016: le previsioni su Ordini e Collegi.
 
Applicabilità del Codice Contratti pubblici a Ordini e Collegi
 
• Ordini e Collegi quali organismi di diritto pubblico
• La sent. Corte di Giustizia UE 12/9/2013, C-526/11
• La posizione di ANAC: Del. n. 4/2013 e Par. AG 18/14
• La giurisprudenza amministrativa: casistiche
Inquadramento delle procedure di affidamento
• Il nuovo sistema di qualificazione delle stazioni appaltanti
• Programmazione per acquisti di beni e servizi
• Il responsabile unico del procedimento
• Tipi di procedure: termini e regime di pubblicità
• Selezione degli operatori economici: il Documento di Gara Unico Europeo
• La nuova disciplina delle commissioni di gara
• I criteri di aggiudicazione con il superamento del massimo ribasso
• La verifica dei requisiti: dall’AVCPass alla Banca Dati degli Operatori Economici
• Le nuove regole per la fase dell'esecuzione: subappalto ed avvalimento
 
Le casistiche più ricorrenti – Clausole “tipo” di procedura acquisti e conferimento incarichi
 
• La disciplina delle procedure sotto soglia: le linee guida ANAC
• Strumenti di acquisto e di negoziazione
• Procedura in caso di urgenza e affidamento diretto
• Indagini di mercato ed elenchi di fornitori
• La verifica della prestazione
• Piccole spese economali
• Principi in materia di anticorruzione e affidamenti
• Il regime dei contratti di consulenza: appalto di servizi o incarico professionale
I provvedimenti di affidamento
• La determina a contrarre, a conferire incarichi, a incaricare provider terzi
• La formalizzazione delle delibere consiliari
• La pubblicità delle delibere inerenti affidamento di lavori, servizi, forniture
• L’accesso civico
• L’accesso civico generalizzato
• Il diritto di accesso ex L. 241/1990
 
QUOTA DI PARTECIPAZIONE E ISCRIZIONI
La quota di partecipazione è pari ad Euro 240, oltre IVA, se dovuta ed è deducibile dal reddito professionale ai sensi della L. 22/05/2017, n. 81. 
 
Per maggiori informazioni scrivere a: segreteria.corsi@legislazionetecnica.it

Rivolto a: 
Agronomi
Agrotecnici
Architetti
Avvocati
Chimici
consulenti
esperti del settore
Geologi
Geometri
Ingegneri
liberi professionisti
PA
Periti industriali

Prossime date