ADEGUAMENTO ANTISISMICO DI CAPANNONI INDUSTRIALI E LUOGHI DI LAVORO - carenze e criticità, valutazione del rischio, interventi e incentivi (Sismabonus)

strutture

Analisi degli interventi di miglioramento delle strutture industriali, comparazione del rischio sismico come individuato dal TU Sicurezza, esempi di interventi ricorrenti per la messa in sicurezza dei capannoni industriali e benefici del "Sismabonus".

L'evento rilascia crediti formativi

OBIETTIVI

Il D.M. 28/02/2017, n. 58 (come modificato dal successivo D.M. 07/03/2017, n. 65) disciplina le modalità di classificazione del rischio sismico e la relativa asseverazione per le costruzioni esistenti. Nelle Linee Guida viene dato spazio e regolamentazione anche agli interventi di miglioramento delle strutture industriali che, in troppi casi, hanno dimostrato, carenze costruttive e necessità di interventi.
L’evento, dopo una preliminare analisi delle criticità ricorrenti connesse alla stabilità dei luoghi di lavoro, delinea gli obblighi di legge comparandoli alla valutazione del rischio sismico, come individuata dal Testo Unico della Sicurezza.
Successivamente, muovendo dalla classificazione del rischio sismico inerente le strutture industriali e nell’ottica dei benefici offerti dal c.d. Sismabonus, il Seminario offre un approfondimento sull’asseverazione del rischio da parte del progettista e passa in rassegna casistiche ed esempi di interventi ricorrenti per la messa in sicurezza dei capannoni industriali.
L’evento, destinato a professionisti già operanti nel settore sismico e della sicurezza, si connota per la forte attualità e per la specificità del tema, nonché per il taglio esclusivamente pratico che consente ai partecipanti di operare con immediatezza nel settore di riferimento.
 
PROGRAMMA
 
Relatore, Ing. N. Mordà
 
• Capannoni industriali ed eventi sismici: analisi delle criticità ricorrenti
• La stabilità dei luoghi di lavoro: obblighi di legge
• Valutazione del rischio sismico secondo il D.Lgs. 81/2008
• La Classificazione di rischio sismico degli edifici secondo il D.M. 58/2017
• Valutazione con il metodo convenzionale e con il metodo semplificato
• Asseverazione della classe di rischio sismico da parte del progettista
• Esempi di interventi ricorrenti per la messa in sicurezza di capannoni ed edifici produttivi
• Precisazioni sul rischio sismico tra D.M. 58/2017 e D.Lgs. 81/2008
 
QUOTA DI PARTECIPAZIONE E ISCRIZIONI
 
La quota di partecipazione, inclusiva del Volume “Vulnerabilità sismica degli edifici industriali” (Ed. Legislazione Tecnica) è pari ad Euro 115 (oltre IVA se dovuta) ed è deducibile dal Reddito Professionale ai sensi della L. 81/2017. L’evento è a numero chiuso e le iscrizioni sono confermate in base alla ricezione e ai pagamenti. É possibile iscriversi on line attraverso il link:
Oppure inviando il Modulo di iscrizione compilato a: segreteria.corsi@legislazionetecnica.it

Rivolto a: 
Architetti
consulenti
datori di lavoro
esperti del settore
Geologi
Geometri
Ingegneri
liberi professionisti
PA
Periti industriali

Prossime date